I minerali nell'acqua potabile favoriscono la salute?

Herbert Decker
I minerali nell\'acqua potabile favoriscono la salute? -

I minerali nell'acqua potabile favoriscono la salute?

Molti sostenitori dell'acqua potabile a bassissimo contenuto di minerali affermano:

  • I minerali presenti nella nostra acqua di rubinetto danneggiano il corpo depositandosi come cosiddette scorie nel tessuto connettivo,
  • I minerali si trovano solo nell'acqua in forma inorganica e quindi non possono essere assorbiti dal corpo o solo con grande dispendio energetico.

A lungo andare, questo porta a malattie come la demenza o l'artrosi. In superficie, questa affermazione è corretta. Tuttavia, l'acqua nella sua forma strutturata, quando è energizzata, forma i cosiddetti gusci di idratazione intorno ai minerali, in modo che possiamo assorbire e utilizzare i minerali.

In natura, l'acqua si presenta in modo strutturato e noi possiamo ricostituire le nostre scorte minerali. Tuttavia, se la struttura dell'acqua viene distrutta, le sostanze diversamente cariche si attraggono e formano composti tra loro. Per esempio, il calcio e l'idrogeno carbonato sono presenti nell'acqua strutturata, mentre nell'acqua non strutturata formano un legame tra loro e si combinano per formare bicarbonato di calcio (colloquialmente noto come calce). Tutti conoscono i depositi che ne derivano, nel bollitore o nella lavatrice. I nostri vasi sanguigni si calcificano allo stesso modo. Ciò che vale per il calcio vale naturalmente anche per gli altri minerali dell'acqua. Non appena l'acqua perde la sua struttura, gli elementi importanti formano composti inutili o addirittura dannosi con i loro antagonisti. E così la bevanda vitale diventa un pericolo per la salute.

Un altro aspetto ci porta alle Blue Zone (regioni del mondo dove gli abitanti vivono molto più a lungo in media con la migliore qualità di vita). Per esempio, gli abitanti di Nicoya (Costa Rica) bevono acqua che scorre attraverso il calcare ed è molto ricca di calcio e magnesio. Nicoya appartiene a queste Blue Zone. Lo stesso vale per la Blue Zone sull'isola giapponese di Okinawa - anche lì gli abitanti hanno a disposizione solo acqua potabile molto ricca di minerali.

Per inciso, l'acqua perde la sua struttura se, tra le altre cose, le si aggiunge acido carbonico, la si trasporta con pressione superiore a 2,5 bar o la si tratta con ozono (l'ozono è il più forte ossidante utilizzato nella pratica dell'acqua potabile e si è dimostrato nel trattamento dell'acqua potabile). L'acqua strutturata e quindi disponibile per le cellule si ottiene con i nostri sistemi di filtraggio dell'acqua YVE-BIO®.